Un altro libro molto curioso ed interessante che trovare a Credula postero: “La venere fisica” 1771 Maupertuis, come molti uomini del ‘700 riteneva che l’ereditarietà dei caratteri acquisiti fosse una cosa possibile. Nella sua opera il rigore scientifico si accentua, le cause non naturali, come gli influssi delle comete o l’immaginazione delle madri, vengono respinte. Nella Venere Fisica si ritrova la concezione che le deformità ereditarie col tempo tendano a scomparire, mentre le cose belle tendono ad affermarsi. Un’idea molto interessante perché apre la via a una nuova concezione evoluzionistica.

11061716_950069808357442_8365216671384810295_n

Antico e rarissimo libro stampato a Parma (Paganino 1821) in carta azzurrina pregiata con bella incisione nel contro-frontespizio. Dedica del traduttore Michele Colombo manoscritta. Il libro contiene al suo interno un opuscoletto di 4 pagine numerate intitolato “A coloro che hanno letto o vorrebbero leggere il trattatello sopra il giuoco degli scacchi stampato a Parma da Giuseppe Paganino nel 1821” con il racconto della leggenda del Bramino che inventò il gioco degli scacchi e chiese al re un curioso dono.

11169071_949485291749227_4856479566573022860_n